Elogio di Niente

Autore: 
Traduzione di: 
Marilì Cammarata
Dedicato a Nessuno

“Che cos’è Niente? È Niente. Come la Divinità, Niente è immenso, incommensurabile e si stende al di là di tutte le cose. Niente è immutabile e indivisibile: non può essere aumentato o diminuito. Aggiungete Niente a Niente e il risultato è Niente. Sottraete Niente da Niente e resterà sempre Niente. Niente viene da Nessuno, e tutto quello che vediamo nella natura proviene da Niente. Questo sole così luminoso, questi astri così brillanti, queste affascinanti fontane, queste così ridenti praterie, queste pianure tanto gradevolmente diverse, questi laghi, questi mari, queste montagne, queste miniere così preziose che in esse si nascondono, tutto ciò è stato fatto da Niente.”

LEGGERE LE PRIME 30 PAGINE