Il mondo senza sovranità

Traduzione di: 
Melania Ravalico
Gli stati tra astuzia e responsabilità

Il mondo decisamente non è più quello di qualche tempo fa. Solo nel settore delle relazioni internazionali si sono aperti nuovi orizzonti ancora impensabili soltanto dieci anni fa. Nello stesso tempo la sovranità statale fatica a mantenere le sue posizioni di fronte all’emergere della globalizzazione dell’economia e di valori comuni a tutta l’umanità.
Come vuole quindi evidenziare questo volume, è proprio la sovranità un soggetto a essere in ritirata un po’ in ogni angolo del pianeta. I vecchi stati-nazione ne devono sacrificare una parte di loro pertinenza per integrarsi in più grandi insiemi; l’ingerenza ha sempre meno bisogno di agghindarsi con i lustrini dei grandi principi e di camuffarsi da “necessità d’intervento”; alcuni stati non riescono più nemmeno a garantire l’immunità dei loro diplomatici, e talvolta addirittura dei loro ex dirigenti: in breve, l’autorità di uno stato non è più un dogma.       
Questo cambiamento, in ogni caso considerevole, non porterà però solamente a future crisi internazionali o interne. I sistemi politici non sono sovrani né per principio né per necessità, e ci saranno quindi dei grandi guadagni per tutti se gli stati non potranno più praticare le loro precedenti politiche spesso ciniche e brutali. Dal rapporto dipendenza/cooperazione tipico della guerra fredda, si punterà invece, più semplicemente, alla difesa dell’autonomia e dell’interdipendenza.
Questi sono alcuni dei temi trattati all’interno del saggio di Badie, che, dopo aver in passato analizzato la crisi dei territori e il nuovo disordine internazionale, si rivolge ora alla continua perdita di sovranità che sta affliggendo i vecchi stati-nazione. Questo processo si sta senza dubbio dimostrando una delle più importanti sfide del xxi secolo.

Indice: Introduzione. Parte I: Storia di una finzione. I. Un’invenzione complessa. II. Degli usi ambigui. III. Un concetto incerto. Parte II: La sovranità sfidata. IV. Le sovranità decadute. V. Le responsabilità comuni. Parte III. Tra responsabilità e potere. VI. Le delizie della responsabilità. VII. I diritti umani tra ragione e astuzie. VIII. Un mondo deregolamentato? Conclusione.

 

PRIMA DI ACQUISTARE LEGGI LE PRIME 71 PAGINE.