Un mondo in tempesta

Autore: 
Coming soon, la prossima crisi

Come sarà il nuovo contesto generale,
il new normal?

Siamo di fronte a un bivio e non lo sappiamo. Due opzioni si manifestano davanti a noi nei prossimi tempi: uscita dalla peggiore crisi dopo la Grande depressione del ‘29 o un colpo di coda della Grande recessione del 2007, causata questa volta dagli squilibri dei mercati emergenti? Forse riusciremo ad evitare un nuovo shock, ma questo libro tenta di illustrare ciò che nessuno vi ha detto finora con chiarezza: siamo finiti in un campo minato, il new normal economico, un cocktail micidiale fatto di crescita debole, disoccupazione elevata, deflazione persistente e bolle di maxi debiti in dollari (l’ultima in lista d’attesa quella delle società private dei paesi emergenti) sempre in agguato. Bolle causate dalle politiche monetarie espansive che non sempre si traducono in finanziamenti all’economia reale: il frutto avvelenato di politiche neoliberiste che idolatrano l’austerità, i conti pubblici in pareggio, aumentano le diseguaglianze sociali minando la coesione sociale e la ripresa dei consumi, unico volano, insieme agli investimenti, di crescita solida e duratura.

“Stiamo vivendo non tanto un’epoca di cambiamenti, ma un cambio di epoca. E quindi si tratta di un cambio di cultura; proprio in questa fase emergono cose del genere. Il cambiamento d’epoca alimenta la decadenza morale, non solo in politica, ma nella vita finanziaria o sociale”.
                             Padre Francesco, Vescovo di Roma.

Finora la crisi era vista come un “accidente” del ciclo economico o finanziario; oggi, come il riscaldamento globale del clima ha creato effetti meteorologici di maggiore intensità ed imprevedibilità, così le ricorrenti crisi finanziarie sono diventate “parte” del normale ciclo economico perché causate dalla maggiore connessione dei mercati, dalla libera circolazione di enormi masse di capitali, dalla maggiore facilità con cui gli squilibri finanziari si formano e precipitano in un luogo impensato dell’economia reale, con effetti devastanti per tutti. E questo luogo può essere la zona dove noi casualmente viviamo, lavoriamo o andiamo in vacanza. E' l’economia della transizione, dell’instabilità, del caos, un settore non ancora sufficientemente studiato a fondo dagli economisti ma che sta cambiando il nostro modo di vedere il mondo intorno a noi nell’indifferenza dei politici.

ACQUISTANDO QUESTO LIBRO DAL NOSTRO SITO SI RICEVE IN OMAGGIO IL VOLUME: "LA GRECIA FERITA" DELLO STESSO AUTORE.

PRIMA DI ACQUISTARE LEGGI LE PRIME 30 PAGINE.

Disponibile anche in altri store