Comprendere il mondo

Traduzione di: 
Marina Errico
Introduzione all'analisi dei sistemi-mondo

Questo libro è stato pensato per tre tipi di lettori. È scritto per il lettore comune che non possiede alcun precedente sapere specialistico. Si potrebbe trattare di uno studente all’inizio della sua carriera universitaria, o di un lettore del grande pubblico. In secondo luogo, è scritto per i dottorandi in scienze storico-sociali che vogliano una seria introduzione alle questioni e alle prospettive che vanno sotto il nome di analisi dei sistemi-mondo. E infine, è scritto per lo studioso esperto che desideri confrontarsi con il mio specifico punto di vista, in una comunità di studiosi giovane, ma in crescita.

Il libro inizia con la ricostruzione di un percorso che a molti lettori sembrerà tortuoso. Il primo capitolo è un’analisi delle strutture del sapere del sistema-mondo moderno. È un tentativo di spiegare le origini storiche di questa modalità di analisi. È solo a partire dal secondo capitolo, e fino al quarto, che analizzeremo i meccanismi effettivi del sistema-mondo moderno. Ed è infine nel quinto capitolo, l’ultimo, che discuteremo del possibile futuro che ci si sta presentando, e dunque delle nostre realtà attuali. Alcuni lettori preferiranno saltare direttamente al quinto capitolo, facendone il primo. Ma se ho strutturato l’argomentazione nell’ordine che ho detto, è perché credo fermamente che per comprendere le ragioni dell’analisi dei sistemi-mondo, il lettore, o la lettrice (anche quelli giovani e alle prime armi), debbano “disapprendere” buona parte di quanto hanno appreso dalle scuole elementari in avanti, e che è quotidianamente avvalorato dai mass media. È solo confrontandoci direttamente col modo in cui siamo giunti a pensare così come facciamo che potremo iniziare a liberarcene, per pensare secondo modalità che credo ci permetteranno di analizzare in modo più convincente e utile i nostri dilemmi contemporanei.

 

PRIMA DI ACQUISTARE LEGGERE LE PRIME 60 PAGINE