CATALOGO

di Daniela Danna

Nal bazar della vita: il prezzo di un figlio? Trattabile!

di Nakajima Atsushi

Un grande scrittore giapponese del XX secolo degli "anni bui" del Grande Impero del Giappone che muore prima di Hiroshima.

Il capitalismo maturo, al pari di quello originario, poggia su sofferenze umane non contabilizzate, ma non per questo meno frustranti e degradanti. (Federico Caffè)

di Christos Chryssòpulos, Gilda Tentorio

La profanazione dell'improfanabile è il compito politico della generazione che viene. (Giorgio Agamben)

di Joaquim Xirau, Nazzareno Fioraso

Sotto il sostantivo "verità" si cela un problema altamente drammatico.

di Irene Toppetta

Molti non mi hanno mai perdonato di scrivere tra di loro senza essere infeudato ad alcun potere né vincolato dalla legge della sopravvivenza. 

di Giovanni Mazzetti

Come un popolo di ignoranti ha distrutto un patrimonio culturale fondamentale.

di Bronislaw Malinowski, Armanda Guiducci

Un “classico” scottante dell’antropologia, non privo di fascino provocatorio
nella nostra epoca di nuove tecniche della nascita.

di Giuliana Commisso, Giordano Sivini

Sistemi di matrice fascista di gestione della povertà ci sono in Gran Bretagna e Germania. Con un reddito di cittadinanza basato sul lavoro coatto potremmo averle anche in Italia.

Un giorno ci domanderemo come abbiamo
potuto vivere senza un reddito di base universale.

di Francesco Germinario

Una riflessione fra pedagogia, antropologia, sociologia e storiografia.

di Roberto Benes, Daniela Cellie, Loredana Czerwinsky Domenis, Jael Kopciowski

Nelle scuole l'errore spesso è segnato con la matita rossa ed è talvolta oggetto di vergogna e discriminazione.

di Paolo Mottana

Ipergestualità molecolare permanente.

di Emiliano Bazzanella

Lo stregone e la bambola gonfiabile del capitalismo. La comedia tragica del nostro tempo.

di Michele Borrelli

Con un saggio di Karl-Otto Apel, il maestro dell'etica del discorso, scomparso Lunedì 15 Maggio di quest'anno.

di p. Evangelos Yfantidis

Il contributo della Chiesa di Costantinopoli alle relazioni tra le tre grandi Religioni monoteistiche (Cristianesimo, Giudaismo e Islam).

di Georgios Karalis

La Chiesa e la sua theologia che è solo sperimentale, empirica, esperienziale, si pone come il luogo di grazia in cui la logica del secolo presente si immerge e muore.

di Luciano Marigo

"l’immaginario cristiano è la filigrana o, se si vuole, lo sfondo sul quale si leggono le coordinate di riferimento dell’umana esistenza."

Pagine