Filosofia

di: Emiliano Bazzanella

La matematica non dice nulla, cioè non significa cose, oggetti o categorie ma “riguarda” pure relazioni.

di: Paolo Mottana, Giuseppe Campagnoli

Il Manifesto della educazione diffusa. Come oltrepassare la scuola.

di: György Lukács

“La responsabilità sociale del filosofo” è un abbozzo dell’etica che Lukács non arrivò mai a scrivere.

di: Michel Serres, Francesco Bellusci

Inno all'albero della conoscenza di uno dei più grandi maestri del pensiero! Premio Nonino 2013.

di: Georgios D. Panagopoulos

Panoramica introduttiva in una prospettiva ortodossa.

di: Walter Benjamin

Un dialogo estremamente attuale tra due grandi intelligenze del ventesimo secolo: due esiliati, due tedeschi, due amici.

Una delle più grandi pensatrici del nostro tempo!

di: Francesco Germinario

Totalitarismo e nichilismo. Una diversa interpretazione.

di: Robert Chenavier

“La pienezza di Dio è al di fuori di questo mondo, ma la pienezza della realtà di un uomo è in questo mondo, fosse pure quest'uomo perfetto”

di: Günther Anders-Stern

Che noi non saremo, ma soltanto che saremo stati?

di: Ernesto Di Mauro

Una riflessione sulla conoscenza,
sulla nostra posizione
nel tempo e nell’universo,
sul senso della vita.

di: Ernesto Di Mauro

 Un giorno Pandora aprì il Vaso. Da quel momento, abbiamo dovuto cominciare a lavorare, ci siamo ritrovati ad essere artisti e scienziati. Da quel momento, siamo diventati umani.

di: Ernesto Di Mauro

La transgression intellectuelle
est ce qui nous rend humains,
la racine profonde de la science.

AVANT D'ACHETER LIRE

LES 30 PREMIERES PAGES.

di: Miguel de Unamuno, Nazzareno Fioraso

Questa è una volontà di vivere che si fonda sul voler credere: una volontà, quindi, che trasforma la realtà e la domina.

di: Giovanni S. Romanidis

Ecco lo scoglio da superare quando ci si accosta alla dogmatica: crocifiggere la sragionante ragione filosofica e curare, e dunque risuscitare, l’intelletto-spirito, per renderlo atto.

di: Emiliano Bazzanella

Il fenomeno è “un modo particolare di incontrare qualcosa” osserva Heidegger: la immuno-fenomenologia è il tentativo di una risposta a quest’enunciato semplice

di: Hannah Arendt, Günther Anders-Stern

Per narrare e glorificare le cose occorre farne conoscenza, e ciò non è possibile senza porsi “di fronte” ad esse. 

di: Stefano Crisafulli

Passando senza soluzione di continuità dagli oggetti, alle immagini e, infine, al corpo, si fa strada la possibilità di uno sguardo nuovo sull'enigma del mondo. 

Pagine