Com'è verde il mondo senza le bombe della guerra

Traduzione di: 
Sabina Trzan
Il paese delle bombe e il paese dei prati verdi

Il paese delle bombe è enorme, tutto grigio e freddo.  Le case sono a forma di bombe e i grattacieli sono dei veri missili mortali, pronti a colpire. I bambini qui giocano solo con fucili, carri armati e bombe di ogni tipo, e a scuola imparano solo come usare le armi sempre nuove. Sono felici di giocare alla guerra dalla mattina alla sera. Ma la notte, stanchi, appena chiudono gli occhi, i venti del sud riempiono i loro sogni di immagini colorate di ampi prati verdi e fioriti pieni di bambini allegri che giocano e rincorrono farfalle e uccelli. Questi sogni li confondono e li disturbano a tal punto che decidono di andare in cerca di questo paese colorato per distruggerlo e per cacciar via i bambini che rincorrono le farfalle. Armati fino ai denti si mettono in marcia. Passano i giorni, i carri armati si bloccano nel fango, i fucili arrugginiscono, i bambini sono sempre più stanchi. Finalmente arrivati nel paese dei prati, scalzi e disarmati, scoprono la morbidezza e il profumo dell’erba, la freschezza del ruscello e l’allegria del rincorrersi. Mai più torneranno nel paese delle bombe. Una favola moderna per i nostri bambini, con un forte messaggio sulla convivenza pacifica.

 

PRIMA DI ACQUISTARE SFOGLIA ALCUNE PAGINE DEL LIBRO.

Disponibile anche in altri store