Politica

di: Alain Badiou

La “questione del soggetto” è stata una delle pagine più significative della filosofia francese del Novecento.

di: Christiane Barckhausen Canale

Se ogni persona lascia un’impressione dominante che sovrasta tutte le altre Tina è la personificazione della più alta virtù rivoluzionaria: l'abnegazione!

di: Daniela Danna

Nal bazar della vita: il prezzo di un figlio? Trattabile!

Il capitalismo maturo, al pari di quello originario, poggia su sofferenze umane non contabilizzate, ma non per questo meno frustranti e degradanti. (Federico Caffè)

di: Christos Chryssòpulos, Gilda Tentorio

La profanazione dell'improfanabile è il compito politico della generazione che viene. (Giorgio Agamben)

di: Giovanni Mazzetti

Come un popolo di ignoranti ha distrutto un patrimonio culturale fondamentale.

di: Irene Toppetta

Molti non mi hanno mai perdonato di scrivere tra di loro senza essere infeudato ad alcun potere né vincolato dalla legge della sopravvivenza. 

di: Francesco Germinario

Una riflessione fra pedagogia, antropologia, sociologia e storiografia.

di: Paolo Mottana

Ipergestualità molecolare permanente.

di: Giuliana Commisso, Giordano Sivini

Sistemi di matrice fascista di gestione della povertà ci sono in Gran Bretagna e Germania. Con un reddito di cittadinanza basato sul lavoro coatto potremmo averle anche in Italia.

Un giorno ci domanderemo come abbiamo
potuto vivere senza un reddito di base universale.

di: Emiliano Bazzanella

Lo stregone e la bambola gonfiabile del capitalismo. La comedia tragica del nostro tempo.

di: Stefano Galimberti, Gianluca Durno

Comunque andranno le elezioni francesi, l'Unione Europea non potrà più essere quella che abbiamo imparato a conoscere.

di: György Lukács

“La responsabilità sociale del filosofo” è un abbozzo dell’etica che Lukács non arrivò mai a scrivere.

di: Paolo Mottana, Giuseppe Campagnoli

Il Manifesto della educazione diffusa. Come oltrepassare la scuola.

di: Ebenezer Howard

Non ci sono solamente due alternative, come si è soliti ritenere, ovvero la vita di città e la vita di campagna; ne esiste una terza.

di: Francesco Germinario

La colossale menzogna negazionista si fondava, a sua volta, su un’altra menzogna, paradossalmente accettata dalla consistente bibliografia internazionale sul negazionismo.

di: Giuliana Commisso

L'ordoliberalismo tedesco

Pagine